Etā evolutiva


"Dite: "E' faticoso frequentare i bambini", avete ragione. Poi aggiungete: "Perchè bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inchinarsi, curvarsi, farsi piccoli". Ora avete torto, non è questo che più stanca. E' piuttosto il fatto di essere obbligati ad innalzarsi fino all'altezza dei loro sentimenti, tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi... per non ferirli."                                                                                                                           Janusz  Korczak


Segnali di disagio

Il disagio da parte di un bambino viene difficilmente comunicato in modo diretto come accade per gli adulti; più frequentemente assistiamo a una serie di manifestazioni sintomatologiche che si esprimono a vari livelli. 
Di fronte a questi segnali, può risultare più semplice pensare che si tratti solo di un momento transitorio e che con la crescita si risolverà tutto, piuttosto che ammettere di essere in presenza di una difficoltà specifica.
E' importante, invece, che i genitori o gli insegnanti diano il giusto peso a questi segnali iniziali e cerchino di capire se effettivamente il bambino stia tentando di comunicare che qualcosa non sta andando come dovrebbe.

Quando chiedere aiuto
I campanelli d'allarme che devono indurre a richiedere l'aiuto di un professionista ed un supporto psicologico sono:
  • difficoltà di apprendimento;
  • difficoltà a mantenere l'attenzione in tutti i contesti di vita, accompagnata da una continua agitazione motoria;
  • paure, fobie, disturbi d'ansia;
  • problemi di alimentazione quali rifiuto del cibo, obesità, desiderio eccessivo di mangiare;
  • disturbi del sonno come difficoltà ad addormentarsi, incubi o risvegli notturni, paura di rimanere soli nella propria stanza;
  • difficoltà nelle relazioni con i pari e con gli adulti;
  • manifestazioni di aggressività;
  • disturbi del comportamento e della condotta.
Ci sono poi situazioni di vita che il bambino è costretto ad affrontare suo malgrado e che richiedono una quantità maggiore di "energia" per essere superate; in questi casi, i genitori necessitano di un supporto per fronteggiare una determinata fase di crescita o un evento specifico, come nel caso di:
  • malattia grave o perdita di uno dei genitori;
  • traumi (maltrattamenti, abusi, incidenti gravi con effetti traumatici);
  • separazione della coppia genitoriale e relativi cambiamenti/adattamenti.